• 20 Ottobre 2021
  • SPORT

Moto Gp: l’addio di Valentino Rossi. Ecco le sue vittorie più significative

Ancora qualche gara, quattro per la precisione, e Valentino Rossi dirà addio alla MotoGP. Il 5 agosto 2021 il campione ha annunciato che al termine di questa stagione sportiva si ritirerà definitivamente da quel mondo che l’ha reso tanto grande e che lui stesso ha contribuito a rendere tale. Stando alle sue parole, il Dottore avrebbe deciso già due anni fa di smettere, ma poi con la pandemia non ha trovato il momento giusto.

Una storia unica

Valentino Rossi ha fatto la storia della MotoGP. È riuscito a vincere nove titoli mondiali, nonché 115 gare in tutte le classi. Si tratta ancora oggi dell’unico pilota ad aver trionfato in ben quattro categorie differenti, ovvero 125, 250, 500 e MotoGP. Sono passati ormai tanti anni da quel lontano 18 agosto del 1996, quando conseguì il primo trionfo in 125, a Brno. Ma è stato solo il preludio di tanti altri successi. Eccone alcuni dei più importanti.

Welkom 2004

Sicuramente il primo trionfo in Yamaha, all’esordio, nell’aprile del 2004, è da ricordare. Si tratta di una gara magica, in cui Rossi partì dalla pole davanti a Max Biaggi, uno tra i più acerrimi rivali del ‘Dottore’, e Sete Gibernau. Tra il pilota di Tavullia e quello romano ci fu un duello che ancora oggi in molti ricordano. Più che una gara di motociclismo potremmo definirlo un duello personale tra i due. A distanza di tanti anni, secondo lo stesso Rossi, può essere considerata la gara migliore della sua carriera.

Valentino Rossi

Laguna Seca 2008

Non c’è un sorpasso che possa essere ricordato più di quello di Laguna Seca, nel 2008. In questo caso la sfida era con Casey Stoner: c’è un punto della pista molto caratteristico, che gli esperti chiamano cavatappi. È proprio lì che il Dottore superò l’avversario e chiuse al primo posto, a ben 13 secondi dall’australiano. Ad oggi si tratta di una delle gare più famose e affascinanti della MotoGP.

Barcellona 2009

Quella con Jorge Lorenzo è stata da sempre una rivalità molto accesa. A detta dello stesso Valentino Rossi, si tratta di uno degli avversari più forti incontrati. Quello di Barcellona, nel 2009, segnerà una tappa essenziale della carriera del pilota di Tavullia. È la prima curva al penultimo giro a far strabuzzare gli occhi a tutti: Rossi ha passato l’esterno della linea bianca, in rettilineo, per una staccata senza precedenti. Ha dato così inizio ad una serie di sorpassi e controsorpassi allucinanti: all’ultima curva, poi, la stretta finale e la vittoria.

Valentino Rossi

Assen 2015

Chiudiamo con un’altra gara memorabile di Valentino Rossi, Assen 2015. Rossi parte in pole position e stacca tutti, tranne il rivale Marc Marquez, che lo supera a soli sei giri dal termine. Il Dottore non si diede per vinto e alla fine riuscì a ridurre pian piano lo svantaggio e, all’ultimo giro, a vincere una gara pazzesca, dando dimostrazione di essere un campione ancora con qualcosa da offrire. Memorabile anche il tocco che c’è stato tra le due moto: da lì sarà l’inizio di una rivalità storica, ancora oggi molto accesa.

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati